Simposio annuale dell’Associazione Italiana di Studi Catalani (2023)

Il primo ciclo dei nostri simposi annuali dedicato ai legami tra la letteratura catalana e la letteratura italiana a partire dalle traduzioni e delle genealogie, celebrato a Napoli dall’11 al 12 dicembre 2023 ha riunito studiosi/e e studenti/esse di diversi luoghi tra l’Italia e i Paesi Catalani.

È stata un’occasione per riunire le socie e i soci dell’associazione. Fra le diverse attività che si sono svolte, ad aprire il convegno è stata la conferenza della professoressa Gabriella Gavagnin (Universitat de Barcelona) su “Attori e fattori trainanti delle traduzioni: riflessioni all’incrocio tra letteratura italiana e letteratura catalana”. A seguire c’è stato un aperitivo, pretesto di un brindisi per festeggiare la pubblicazione dell’Antologia poetica Non era amore, curata da Emanuela Forgetta e risultato del Progetto Giovani del 2023, e per accompagnare la presentazione, alla quale hanno assistito le poetesse Laia Malo e Carmen Gallo e studiose come Meritxell Matas, i traduttori e le tradutrici del volume, la curatrice e la presidente dell’AISC, Cèlia Nadal. Durante la giornata del 12 dicembre si sono svolte anche le diverse comunicazioni dalle genealogie letterarie italo-catalane, alle genealogie letterarie nelle scritture di donne fino ai translation studies.

Università ospitanti che hanno contribuito all’organizzazione del simposio: L’Università degli Studi di Napoli Federico II, L’Università degli Studi di Napoli L’Orientale e L’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa.

Con il patrocinio di: Institut Ramon Llull, CAT-Centro di Studi Catalani dell’Università per Stranieri di Siena e Delegazione del Governo della Catalogna in Italia

(Visited 36 times, 1 visits today)
Condividi